Archivi categoria: Interviste

VIDEOINTERVISTA: demoncandyy

Dal mumble rap delle origini al synth pop con l’autotune
dell’ultimo EP Aspettando ansia sociale, Emanuele aka Demoncandyy è un giovanissimo artista in costante evoluzione, che fa della ricerca di sonorità e mood sempre nuovi e dei testi tipici dell’universo emo, i punti focali del suo personaggio.

L’ultimo EP “Aspettando ansia sociale”
https://www.youtube.com/watch?v=4SCKnFpemiA

VIDEOINTERVISTA: Manovè x Fellas

C ‘è fame, c’è passione, c’è un album registrato in un garage gelido in provincia di Cuneo: ci sono Manovè e Fellas che ci raccontano cosa significa mettere in piedi un progetto da zero.
Con due EP alle spalle, 17.04 e Galleria San Sebastiano, e la voglia di inserirsi nel panorama emergente torinese.

Un ‘anteprima dall’ultimo EP “Galleria San Sebastiano”, 2019
https://youtu.be/ls8ZaOzw1X8

VIDEOINTERVISTA: Sconforto

Sconforto è un giovane artista che, dalla provincia sarda e dal punk rock, arriva al pop alternativo in salsa trap a Milano e, con l’ultimo singolo “L?AREO“, anche nella scena torinese.

A Musidams ha raccontato la musica, l’estetica, il futuro di Sconforto.

Un estratto dall’ultimo singolo “L?AREO”, prod. Clvud10

VIDEOINTERVISTA: Narciso

Molteplici e variegate influenze ma una precisa idea stilistica in evoluzione e un’attitudine alla scrittura: questo è Narciso, giovane artista che si affaccia sul panorama emergente torinese.
Con l’ultimo singolo “Frullatore”, uscito su Spotify il 4 novembre scorso, Narciso aggiunge un tassello importante alla costruzione del suo stile e racconta a Musidams cosa bolle ancora in pentola…

Un estratto da “Frullatore” (Prod. Blue Jeans)

Foto in evidenza di Daniele Biamino

Biennale College 2019: Intervista ad Alessandro De Rosa

La serata dedicata a Biennale College, che si è svolta il 6 ottobre al Teatro Piccolo Arsenale, ha segnato la conclusione del 63° Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale di Venezia.

Continua la lettura di Biennale College 2019: Intervista ad Alessandro De Rosa

VIDEOINTERVISTA: SEBKI

Da Chopin a Massimo Pericolo, tutte le sfumature di un artista in evoluzione.

Dalla provincia di Asti e con un passato metal, Eusebio Benchea,
in arte SEBKI, fa oggi parte a pieno titolo del pulsante mondo degli artisti emergenti di Torino, dove produce, scrive, suona.
Con due singoli alle spalle, “Dark Pride” e “Dafne”, entrambi disponibili su Spotify, e uno in uscita, SEBKI racconta sé stesso attraverso la sua visione di ciò che significa vivere di e per la musica, con una rara sincerità.

Foto in evidenza di This Is Indie

Professioni della musica: Fabrizio Panebarco (Pan Music Production)

Mettersi nei panni dell’artista per concretizzarne le idee: la produzione musicale secondo Fabrizio Panebarco

Cantante del gruppo pop punk Melody Fall, produttore di complessi emergenti quali Atlante e Le Disfunzioni e i Rettili, organizzatore del Pan Music Festival: Fabrizio Panebarco (Pan) racconta la propria professione tramite una prospettiva triplice, parlando tanto agli aspiranti produttori quanto agli artisti che si approcciano per la prima volta all’industria musicale.

Intervista a Stefano Guarnieri

Stefano Guarnieri è innanzitutto un compositore. Ma poi è anche pianista, baritono, insegnante e vocal trainer, nonché figura di primo piano nella creazione e divulgazione della musica a Genova. Si è dedicato da sempre ad una ricerca musicale d’avanguardia che sia allo stesso tempo radicale e libera da qualsiasi tipo di dogma novecentesco. E in questo senso, più etimologico della parola, la sfida della sua musica è di essere “assoluta”, cioè “sciolta”, svincolata da tutte quelle possibili gabbie stilistiche, concettuali, e ideologiche in cui, non di rado, si finisce imprigionati. Ma in questa parola c’è anche la traccia di una funzione dell’arte dei suoni che gli sta particolarmente a cuore. La possibilità di vivere l’ascolto come atto in sé, come accoglienza e presa di coscienza del suono nel suo puro manifestarsi. E quindi, come occasione per approfondire il sé più profondo e stimolare un confronto dialettico con gli altri.

Continua la lettura di Intervista a Stefano Guarnieri

Intervista ad Andrea Liberovici

Non è cosa di tutti i giorni per un compositore della scena contemporanea arrivare a essere eseguiti all’Apollo Theatre di New York e vedere, alla fine del concerto, uno dei curatori del MoMA alzarsi e dire: “Questa è la prima cosa nuova vista a New York negli ultimi cinque anni!”. È successo ad Andrea Liberovici, compositore e regista di teatro, che, in quell’occasione, aveva presentato le sue Mephisto’s songs, la cellula madre dell’opera da camera Faust’s Box che avrebbe debuttato qualche anno dopo (nel 2016) alla Philharmonie di Parigi.

Continua la lettura di Intervista ad Andrea Liberovici