TOP 10: GIUGNO

I dieci migliori singoli del mese, secondo Musidams.

Figlio mio – Garage Gang
Un inno generazionale pieno di lean e di nostalgia. Sostituzione all’Inno di Mameli quotata 1.1.
29/30

Povero
– Psicologi feat. Fuera
Tutto ciò che toccano i Fuera diventa oro e “Povero” non fa eccezione. Punta di diamante di una tracklist che non delude. 
28/30

Seba La Pute (remix) – Touché, Barracano, Massimo Pericolo
Un dissing che era un dissing ma non è più un dissing. E Massimo Pericolo.
25/30

Amarena – Frah Quintale
Più l’itpop si sforza di non essere triste, più l’effetto è “Il posto più freddo”.
Ma è per questo che amiamo l’indie.
26/30

MOBSTER  – Ion, Sayanbull, Taxi B, Sapobully
Ogni strofa di Sapobully diventa di default una citazione da usare in tutte le occasioni.
Non delude neanche stavolta.
4L/30 

Clarissa Missarelli

Perfect Way to Die – Alicia Keys
Con questo pezzo Alicia Keys ci ha dato finalmente il motivo giusto per piangere – e no, non è l’andamento della sessione estiva -.
28/30

Black Parade – Beyoncé
Anche questa volta Beyonce propone un singolo che trabocca di orgoglio afroamericano, ironico ma non così leggero come sembra.
27/30

TROLLZ – 6ix9ine & Nicki Minaj
La vita di 6ix9ine oscilla fra la prigione e lo studio di registrazione. Eventualmente scala anche qualche classifica.
26/30

Bimbi per strada (Children) – Fedez
Un campionamento di “Children” che funziona, un video che mette angoscia. Combo perfetta.
26/30

KLK – Rosalia, Arca
Arca e LA ROSALIA! si danno al reggaeton sperimentale. E funziona benino.
25/30

menzione di (dis)onore:
Una vita da Bomber – Bobo Vieri, Nicola Ventola, Lele Adani
Posso quasi percepire Morgan che si domanda nuovamente
“che succede?”

Ramona Bustiuc

#PLAYITSAM: “J’accuse” di Roman Polanski

J’accuse di Roman Polanski è tante cose. È un atto di denuncia, una spy story, una meditazione politica, ma è anche una minuziosa immersione storica in un periodo cruciale dove, a partire dall’affaire Dreyfus, si preparano lentamente le due catastrofi che coinvolgeranno il mondo. In questa sfaccettata ricostruzione della Francia di fine Ottocento, attenta ai grandi e ai piccoli fatti, c’è spazio anche per due frammenti dedicati alla musica.

Continua la lettura di #PLAYITSAM: “J’accuse” di Roman Polanski

VIDEOINTERVISTA: Laura Capretti

Abbiamo chiesto al mezzosoprano Laura Capretti di raccontarci qualcosa della sua vita da cantante, della musica da camera e di che cosa comporti per un’ artista lavorare con le tecnologie del futuro. Nell’attesa della riapertura delle sale da concerto, scopriamo i “dietro le quinte” del lavoro artistico.

Continua la lettura di VIDEOINTERVISTA: Laura Capretti

10 tra i migliori album della prima metà dell’anno

La prima metà dell’anno, caratterizzata dalla pandemia di Covid-19, è stata sicuramente un periodo difficile per i musicisti di tutto il mondo, che hanno dovuto annullare o posticipare l’attività live. Molti hanno rimediato con dirette sui social per intrattenere i propri fan, altri hanno caricato online di propria iniziativa interi concerti. Nonostante tutto, nella prima metà dell’anno sono usciti diversi dischi interessanti. Questo articolo ne analizza 10 in ordine sparso, senza l’intento di fare una classifica.

Continua la lettura di 10 tra i migliori album della prima metà dell’anno

Amor tiranno (Vistoli e sezione aurea)

Carlo Vistoli sceglie per il suo lavoro discografico 2020 di cantare l’Amore non in una prospettiva idealizzata, romantica, bensì in quella del tormento, della collera che consuma i sensi. Da questa angolatura, l’Amore è sempre un «dio della violenza». Preme sul cuore, costruisce labirinti di angoscia, meandri di pianti in cui perdi l’anima. Un lavoro che Vistoli interpreta insieme a Sezione Aurea –con il contributo del soprano Lucia Cortese- diretti da Filippo Pantieri al clavicembalo e all’organo, per l’etichetta Arcana. La voce di Vistoli, intrisa d’intenso lirismo, tocca le corde della sensibilità. In costante dialogo con gli strumenti, ponendosi abilmente al servizio totale di canto e testo. Parola e musica si compenetrano l’una nell’altra, armonizzando, ma sempre mantenendo la propria natura.

Continua la lettura di Amor tiranno (Vistoli e sezione aurea)

I consigli letterari di Maggio

Maggio è stato un mese ricco di novità per il nostro blog: tra le tante (tra cui le recensioni di album, #playitsam e le top 10), sulle nostre pagine social abbiamo anche inaugurato una nuova rubrica letteraria. Tra le nostre storie ogni mercoledì troverete saggi, romanzi, poesie e opere teatrali, ben distribuiti tra autori classici ed emergenti; insomma, libri di ogni genere e lunghezza, con l’unica costante dell’argomento, ovviamente musicale. Ecco i nostri consigli mensili:

Continua la lettura di I consigli letterari di Maggio

Diario di quarantena

Come si è adattata la musica ai tempi del Covid-19

Alla vigilia delle aperture del 15 giugno, è innegabile che la quarantena abbia apportato sostanziali mutamenti alle nostre abitudini e ai nostri hobby: chi ha cominciato un periodo di ozio, chi ha continuato a lavorare o a studiare – per molti di noi, la clausura delle sessioni esami è sempre stata un po’ un lockdown – chi ha appreso nuove lingue, chi ha imparato a suonare strumenti, chi si è improvvisato personal trainer, chi si è riscoperto panettiere o pizzaiolo del sabato sera.  Le nostre vite così repentinamente cambiate si sono riversate sui social più che mai, in cerca di conforto, con il dito che scrolla inarrestabile su Instagram, per poi passare a Facebook e viceversa. Ci siamo persi tra fake news, meme, challenge e flashmob; qualcuno è passato per la musica 8D, un gradevole “automassaggio” scandito da un orecchio all’altro. Insomma c’è chi si è dato da fare, ma la noia ha comunque preso il sopravvento.

Continua la lettura di Diario di quarantena

#PLAYITSAM : “Empire of the Sun” di Steven Spielberg

The ceremony of innocence is drowned (W. B. Yeats)

Se c’è un compositore che più di tutti è stato il cantore del sentimento della nostalgia, questo sicuramente è Fryderyk Chopin. Il cinema ne ha fatto un uso pressoché costante lungo tutta la sua storia, ma uno dei film che ha saputo cogliere con maggiore felicità le possibilità espressive offerte dall’universo musicale del compositore polacco è stato Empire of the Sun (1987) di Steven Spielberg.

Continua la lettura di #PLAYITSAM : “Empire of the Sun” di Steven Spielberg

Rota: Chamber Works (Bidoli, Canino, Mercelli, Sanzin)

Pubblicato da Decca Italy, il lavoro discografico 2020, che il violinista Alessio Bidoli interpreta insieme al pianista Bruno Canino, al flautista Massimo Mercelli e all’arpista Nicoletta Sanzin, seleziona alcune delle pagine cameristiche più espressive di Nino Rota –nome d’arte di Giovanni Rota Rinaldi (Milano 1911, Roma 1979).

Continua la lettura di Rota: Chamber Works (Bidoli, Canino, Mercelli, Sanzin)

il blog degli studenti di Musica del Dams di Torino